Pubblicato da: admin | 4 gennaio 2011

Tradizionali Auguri del Sindaco

Come da tradizione, Il Cittadino pubblica gli auguri dei sindaci del lodigiano. Noi ci limitiamo a riportare quelli del sindaco del nostro paese cosí che possiate commentarli. Invitiamo anche i capigruppo delle due opposizioni in consiglio comunale a farci pervenire i lori Auguri. Li pubblicheremo e lasceremo, come sempre, la parola a chi ci legge.

Cari oriesi, grazie a “Il Cittadino” posso esternarvi i miei più sentiti e sinceri auguri di buon Natale. A fine d’anno è naturale e doveroso tracciare un bilancio dell’opera svolta per far crescere e progredire la nostra comunità. Mi sono chiesto spesso in questi mesi cosa significhi amministrare; io credo voglia dire collocare in modo opportuno le risorse a disposizione nei diversi settori, in modo da raggiungere il fine desiderato e questo si può fare quando tutti gli attori sono orientati a realizzarli.

Orio Litta non è un paese ricco, ma fino a ieri poteva far fronte alle spese e investire. In questi ultimi due anni, a causa della pesante crisi economica che attanaglia tutti e sembra non finire mai, le risorse sono quasi scomparse e gestire la cosa pubblica è sempre più difficoltoso. Nonostante tutto, abbiamo centrato due obiettivi primari: la realizzazione della rotatoria e nuove risorse economiche. Sapete meglio di me, cari concittadini, da quanto tempo Orio sognava la rotatoria dell’incrocio. Ebbene, in 16 mesi di mandato amministrativo siamo riusciti a concretizzare, nero su bianco, l’opera. Da subito non abbiamo avuto tentennamenti: abbiamo lasciato il vecchio progetto e creduto nella proposta della Provincia di Lodi che ci invitava a finanziare la rotatoria con la somma di 300 mila euro, una cifra che nel contempo ci permette di diventare padroni dell’immobile della caserma dei Carabinieri. Abbiamo fatto inserire l’incrocio di Orio Litta fra le priorità viabilistiche, investendo con una sola voce di spesa in due grandi opere. Questo è il regalo che l’amministrazione comunale fa a tutti gli oriesi: la rotatoria mette in sicurezza l’attraversamento della provinciale e la proprietà della caserma mantiene la Stazione Carabinieri a Orio Litta.

Poi avevamo ereditato il problema della nuova cava. Come sapete, da dicembre è attiva cava Ponte Lambro. La cava sarebbe stata aperta d’ufficio da Regione e Provincia lasciandoci con due buchi nel naso in caso di nostra rinuncia a firmare la convenzione. Dopo un lungo anno di trattative, nonostante la crisi edilizia abbia abbassato i prezzi di mercato della sabbia nel Lodigiano, siamo riusciti a garantire alle casse comunali la somma extra di euro 160 mila in dieci anni. Questi sono i fatti, carissimi oriesi, che ho il piacere di presentarvi a fine 2010. Punti fermi che aprono verso un futuro di speranza per il nostro paese, successi amministrativi di cui ringrazio i miei collaboratori, che si spendono giornalmente su problemi grandi e piccoli per Orio e per gli oriesi, perché come me amano fortemente il loro paese.

Per noi l’impegno amministrativo è una missione. Lavoriamo per Orio gratis, rinunciando agli stipendi che spettano a sindaco e assessori per creare un fondo anticrisi; seguiamo una politica a favore delle famiglie e dei bambini abbassando i costi della scuola, finanziando le uscite didattiche e tutti i corsi formativi, inaugurando il Grest comunale e migliorando gli immobili, aiutando le associazioni che educano i bambini nello sport e nella crescita personale.Non era facile, credetemi, promuovere il paese in tempi tanto difficili. Lo scorso maggio con la “Festa dei piccoli comuni d’Italia” per la prima volta nella storia abbiamo portato Orio in diretta su Rai 3, mostrando a tutta Italia quali eccellenze architettoniche ed alimentari abbiamo. Abbiamo promosso una forte ripresa delle bellezze paesaggistiche:con le tre giornate ecologiche ed il progetto di rilanciare il Lambro, con la ciclabile lungo la Venere che partirà in primavera. Abbiamo in agenda la ristrutturazione del tetto dell’ostello di Cascina San Pietro, che nel 2010 ha ospitato più di 200 pellegrini della Via Francigena, tutti sorpresi per l’accoglienza riservata. Nel 2010 sono sorte due nuove associazioni: le saluto con gioia perché sono un valore aggiunto. Un plauso particolare lo merita il gruppo Scout Horreum: una preziosa agenzia educativa che molti sindaci ci invidiano. I segnali positivi non mancano: far progredire Orio Litta è possibile.

Il mio augurio di buon anno va a tutti voi, specie agli anziani in difficoltà ed ai nostri ex Combattenti: è grazie al loro lavoro ed ai loro sacrifici se abbiamo un paese in cui siamo orgogliosi di vivere e che vogliamo mantenere sempre bello e ospitale.

Pier Luigi Cappelletti sindaco di Orio Litta

Annunci

Responses

  1. leggendo gli auguri del Sindaco, tranquillamente condivisibili, ho notato un paio di punti che possono essere oggetto di chiarimenti. Dall’artcolo sembra emergere che la Provincia ha “rifilato” la caserma, piuttosto vecchia, divenendo così l’unica istituzione che deciderà le sorti della stra agoniata rotonda. Inoltre emerge che i 160mila€ è poco più della metà del costo della caserma.
    Le note positive sono il fondo anticrisi e il grest comunale, due belle iniziative con successo.
    Concludendo il mio breve intervento,in una fase di pesante crisi economica, ritengo giusto tagliare la spesa per le luminarie, ma non pubbliciziamo tanto la costruzione della nuova ciclabile, perchè a me sembra controsenso, non trovate? Poi magari, non sapendolo, è un’investimento con copertura economica accertata.
    La mia e solo una considerazione sull’articolo, giù il cappello se si riuscirà a completarla.
    Auguri di buon anno a tutti gli Oriesi.

    • Da quanto ne so la costruzione della pista ciclabile e’ parte di un progetto piú ampio lagato all’Expo2015 partecipato da diversi enti e comuni.
      A me non pare un controsenso taglaire sulle luminarie ma investire sulla pista ciclabile. Penso che dipenda da sensibilitá e preferenze personali.
      Comunque le spese per le luminarie finiscono nelle spese correnti mentre quelle per la pista ciclabile nelle spese di investimento. Sono due capitoli diversi del bilancio che richiedono coperture ed equilibri diversi. Non sono piú molto aggiornatoma penso che sia rimasto cosí.

      • Grazie per i chiarimenti. Quindi la nuova ciclabile è un progetto presentato dal Comune di Orio Litta che ha ottenuto un finanziamento pubblico giusto?
        Scusa ma sono un’po imbranata!Non ho ben capito dagli articoli digiornale!

  2. onestamente non vedo il controsenso che cita “la suocera”…e visto che siamo in campagna dovremmo essere circondati da piste ciclabili, però per carità libertà di pensiero (finchè si può 😉

  3. Mi associo anch’io ai vostri commenti, come dice Floria.. finchè si
    può! Tante belle cose realizzate (anche se al momento fisicamente non si vedono ancora ma …arriveranno.. giusto?) tante belle parole del nostro sindaco e tanto auguri che ricambio di cuore, e mi auguro che il 2011 sia per tutti l’anno della ripresa.
    Mi dispiace dover aggiungere che purtroppo non si parla mai della sicurezza, forse è un pò troppo un problema di zone… vi garantisco che dalle mie parti si stà vivendo una situazione assurda … non bastano gli allarmi, i bicchieri sulle finestre, la tele accesa…. questa è la realtà c’è gente che va a letto con la lucce accesa! I furti sono aumentati e qualcuno si è trovato in casa (domemica pomeriggio.. non faccio nomi ovviamente) qualcuno.. non invitato!
    QUESTO E’ UN VERO E SERIO PROBLEMA che deve assolutamente essere affrontato.
    Non commento sulla caserma io la pensavo esattamente come Floria (mi ricordo i tuoi primi commenti) e lo penso ancora.
    Con tutto lo spazio che c’è per andare in bicicletta o a piedi (attenzione dipende sempre dall’importo dell’investimento… dalle coperture etc etc. e come scrive il buon Lorenzo dal tipo di investimento…ma che va pagato giusto?) è proprio necessario questo investimento?
    Probabilmente c’è meno gente che va in bicicletta a Orio Litta di quella visitata da ospiti sgraditi!
    Non è una polemica e non do nessuna colpa alle verie giunte di questo, ma è un problema reale.
    Buona 2011 a tutti. Bruna

  4. pur essendo estremamente importante, la sicurezza e la pista ciclabile non sono tematiche paragonabili o meglio, la gestione dell’uno non esclude l’altra. I nostri piccoli paesi non sono brutti solo in occasione delle festività natalizie, ma perchè non hanno servizi, collegamenti, scuole. Come renderli vivibili centri di campagna? vigilando affinchè la natura non venga deturpata (cave, discariche dicono qualcosa?), facendo in modo che i collegamenti internet non siano giurassici (e dio sa quante battaglie giuliano ha fatto e sta facendo) creando parchi, zone verdi e anche piste ciclabili. Dire che non c’è gente in giro in bici mi sembra molto riduttivo (la strada verso ospedaletto è sempre affollata e se non lo è più come prima è perchè il traffico è aumentato e ci si sente meno sicuri a essere in mezzo alla strada). quindi per quello che vale, sostegno a queste iniziative tutta la vita (chi ha visitato Amsterdam o i paesi del nord sa come queste cose aumentino e di gran lunga la qualità della vita, ma anche questo è un altro argomento fiume).
    Per quanto riguarda la sicurezza non sono così sicura che sia un tema da ribaltare sull’amminsitrazione locale, e siccome io penso male, ma a volte ci azzecco, non vorrei che anche questa diventasse l’ennesima strumentalizzazione politica che comunque non risolve il problema. sono sempre pronta a ricredermi, ma perchè altrimenti una minoranza consigliare deve portare in consiglio comunale un’interpellanza di questo tipo?

  5. Le persone a piedi o in bicicletta che percorrono la strada per Ospedaletto, specie durante la bella stagione, le vedo solo io o ci sono veramente?
    Quanti di questi novelli “nordic walkers” vorrebbero godersi la loro passeggiata senza essere continuamente sfiorati da automobili e motorini?
    Come si può pensare che una pista ciclo-pedonale sia inutile?
    Per cosa dovrebbero essere spesi i soldi se non per migliorare la qualità del vivere nel nostro paese?
    Dove sono finiti tutti quelli che: “ahh nel nord Europa, loro si che sono civili, hanno piste ciclabili ovunque”.
    Infine, cosa potrebbe o dovrebbe fare l’amministrazione comunale per dissuadere i ladri dal loro intento? Perchè queste ipotetiche misure contro i furti e la costruzione di una pista ciclabile dovrebbero escludersi mutuamente?

    Sempre più perplesso.

    Peeeeep!!!

  6. Statistica sulla sicurezza dell’ISTA.
    http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20101122_00/testointegrale20101122.pdf
    Andrebbe letto tutto. Ma date un’occhio alla Tavola 3 (Pag 6). I reati sono sostanzialmente stabili. I furti in casa sono in diminuzione rispetto al 2002 ed al 1998/99.
    Non conosco quali siano le competenze delle amministrazioni comunali in materia di sicurezza pubblica. Se non e’ cambiato niente (e cosí mi pare) l’ordine pubblico e’ di competenza dello stato tramite le prefetture.

  7. In effetti non ho dato colpe a nessuna amministrazione e non ho pensato a niente di politico, ma credetemi questo è un serio problema. La soluzione??? Non so fino a che punto un’amministrazione può intervenire investendo per la sicurezza, telecamere? Guardie notturne ? Non conosco i meccanismi ma sicuramente qualcosa bisogna pur fare. Chi ha la possibilità si è fatto installarme l’allarme (significa che comunque sicuri non si è!), che ne ha ben 2…(per quel che può servire) ma veramente c’è qualcuno che non ha la possiblità e fa i turni… questa è paura la politica non c’entra un fico secco!
    Adoro i paesi del nord Europa quando vado (e mi capita spesso) respiri un’aria completamente diversa, le bici tutte in ordine le piste perfette… bellissimo. Si fermano anche a chiederti se hai bisogno di aiuto se ti vedono consultare una mappa! Bello ci arriveremo anche noi, e sono contenta di questo.
    Non ho scritto che una cosa esclude l’altra…. ma come priorità a mio avviso c’è la sicurezza delle persone, non ho letto l’articolo Lorenzo … perchè abito dalla parte sbagliata del paese! Lo sai che da noi nel mese di Dicembre tutti i giorni hanno visitato qualcuno? Anche i 2 che non avevano l’allarme l’hanno messo… non è un buon segno no? Non è detto che un’amministrazione deve per forza pagare tutte queste spese, io penso che se si decidesse di fare delle azioni (ispezioni… telecamere collegate ..) previa riunione dove saremmo tutti invitati a partecipare, concretamente ci saranno tante famiglie disposte a dare un contributo. Gli allarmi non sempre servono e poi parliamoci chiaro in casa ormai non si hanno più valori (per questi ci sono le cassette di sicurezza in banca) e di soldi ad esempio io ne tengo pochissimi abbiamo tutti la carte di credito etc.etc., è la paura di trovarti qualcuno faccia a faccia… che spaventa!
    Poi Floria se passo all’argomento luminarie… Orio sembrava il parente povero… uno schifo! Ma ripeto uno schifo anche con queli candeloni rossi che almeno quest’anno hanno avuto il buon senso di nascondere. Mi piacerebbe dire due parole a chi ha avuto (lo so… anni fa..) la bella idea di acquisarli. Ma visto che comunque qualcosa hanno acceso (lo schifo appunto) almeno in piazza! E poi mi piacerebbe sapere di che importo si parla è già 2 anni che si è risparmiato sulle luminarie ma non so … 100/500/2.000/5.000 €??? La suocera per me ha detto bene, risparmiamo su 4 luci per poi investire sulla pista ciclabile.. è un controsenso (discorso fiscale a parte).
    Vado a mangiare buon appetito a tutti! Bruna

    • Bruna, penso che Floria non volesse nascondere un problema che sicuramente è reale, chi lo mette in dubbio, ma intendesse sottolineare che diventa strumentalizzazione nel momento in cui diventa slogan populista di qualche minoranza. Parlarne comunque è positivo!

  8. Indipendentemente da come si affronterà il problema, spero per il mio stomaco di non cominciare a vedere o sentire la parola ronde.

  9. Io però non ho capito chi ha visto cosa tutti i giorni del mese di Dicembre. Tutti i giorni di Dicembre c’è stato un furto o un tentativo di furto? 31 giorni su 31. 100%. Cos’è la periferia di Detroit?

    Peeeeep!!!

  10. RAGAZZI FACCIAMO UN PASSO AVANTI…COSA SI PUO’ PROPORRE PER LA SICUREZZA DELLE NS CASE E DEL NS TERRITORIO? CI SONO PROPOSTE?

    • Quanto sembra..NO!

      • Bruna, in che senso “Quanto sembra…NO”?

  11. Gian nel senso che qualcuno è ancora perplesso e non crede (fortunato lui..!) che il problema della sicurezza del nostro territorio ma soprattutto delle nostre case è così importante. Non ci saranno le “bande di strada” od il tasso di criminalità così elevato di Detroit a Orio Litta ma a mio avviso non si può nemmeno dire che dormiamo tranquilli. Cosa fare? Questo non lo so, l’ho già scritto, non so che mezzi ha a disposizione un’amministrazione comunale per ovviare questo problema. Le risposte dovrebbero arrivare da che ha competenza in materia.
    Ciao

    • Le teste di cuoio.

  12. Veramente mi lascia perplesso il fatto che c’è chi pensa che non valga la pena costruire una pista ciclabile a Orio Litta. E che questa spesa potrebbe andare a discapito di non meglio precisate misure per la sicurezza (ho letto la parola “telecamere”, messe dove? in quali vie? secondo quale criterio? gestite da chi?).
    Molto perplesso leggendo frasi come: “Probabilmente c’è meno gente che va in bicicletta a Orio Litta di quella visitata da ospiti sgraditi!”.
    Ho letto di “problema della sicurezza” e di una statistica impressionante nel mese di Dicembre (un furto al giorno). Bene, se queste sono le reali dimensioni del problema allora, forse, conviene che se ne occupino le forze dell’ordine.

    Peeeeep!!!

  13. io pronto. OK ?
    Anche solo e senza mio friend Hutch

  14. Da questo dibattito emerge un problema: sicurezza.
    Ho trovato nei bar un avviso che dice che martedì prossimo a mezzogiorno in municipio verrà illustrato il progetto della rotatoria.
    Mi pare che questa rotatoria mette in sicurezza l’incrocio, dove da anni succedono incidenti anceh molto gravi.
    Un incrocio dove fino ad oggi, per chi è fermo sulla carreggiata, i minuti non passano mai…il cuore va in gola e gli occhi sono sempre sullo specchietto retrovisore, per vedere se arriva un auto da dietro e se frena o rallenta.

    Chi invece deve attraversare l’incrocio di Orio, occhio ragazzi ! Ne va della pelle.
    MA per fortuna siamo al giorno X: potremo entrare ed uscire dal paese senza la pressione che sale a 200.
    Anche questa è sicurezza e risolvere il problema dell’incrocio che negli ultimi 15 anni ha fatto vittime e danni è un bel passo in avanti.
    Avevo letto che a Lodi hanno fatto la tre giorni sulal sicurezza, organizzata dalal Provincia, e Orio c’era.

  15. Concettualmente, scialaquamente, la strada mi interessa .
    il sindaco ha cacciato via quelle belle signorine che conoscevo come molto per bène: pecchè ? Amichevolmente mi piacevano assai. Io non lo votassi più.

  16. mi scuso ma oggi il mio pc è andato in tilt.
    Non avevo finito il discorso. Sicurezza è concetto a 360 ° e allora è giusto inquadrarlo a 360°. Poi se c’è chi vuole scherzare o sdrammatizzare, libero di farlo.
    A Orio cui sono i Carabinieri. A Senna, Ospedaletto, Somaglia, Livraga, Brembio, Secugnago, Ossago, San MArtino e altri comuni: no.
    A Orio i Carabinieri avevano un problema: la caserma da sistemare. La Provincia non intendeva sistemarla, allora i Carabinieri se ne stavano andando in un’altra caserma in un altro paese. Prima Ospedaletto poi Livraga era pronta a spendere molti soldi per attirare i Carabinieri a casa sua. Orio l’anno scorso ha fermato l’operazione “Carabinieri a Livraga” appena in tempo, dicendo che avrebbe fatto quello che andava fatto per garantire sicurezza.
    L’operazione costa, ma i costi vanno a finire nella rotatoria di cui il Presidente Foroni parlerà martedì in muinicipio a mezzogiorno. Una rotatoria che garantisce maggior sicurezza stradale a tutti i cittadini – automobilisti. UNa svolta epocale, visto quanti anni ilproblema angustia chi amminsitra ma ancor di più e giutamente i cittadini
    Per cui, a questo punto, mi ritengo più che soddisfatto sul fronte sicurezza.
    Perchè i Carabinieri, deputati a ricevere le segnalazioni e le denunce per attuare piani di intervento e misure di contenimento, è sempre meglio averli in casa che non averli.
    Bravi amministratori oriesi, brava Provincia: avete lavorato in perfetta sintonia come si conviene.
    in tempi tanto grami e grigi, di crisi galoppante che non si ferma, è certamente un risultato eccezionale, per un paese piccolo, senza aziende e senza possibilità di lavoro come Orio LItta . Tanto di cappello: continuate così !


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: