Pubblicato da: orioblog | 15 novembre 2010

Arrotondando

Ok. Ottobre è passato e i lavori per la costruzione della rotatoria sulla ex SS 234 non sono ancora iniziati. Ce lo comunica il gruppo di minoranza “Vivere Orio” tramite il solito volantino ribadendo, ancora una volta, le proprie critiche all’operato dell’Amministrazione Cappelletti. Naturalmente la mossa di “Vivere Orio” fa parte del gioco ed è del tutto lecita. Da osservatori esterni però dobbiamo dire che, per come vanno normalmente queste cose e viste le premesse (di cui abbiamo già parlato qui), sarebbe stato irrealistico aspettarsi l’inizio dei lavori esattamente alla data prevista (ammesso ce ne fosse una). Riguardo invece le diverse visioni sul modo di finanziare l’opera non possiamo fare altro che aspettare e vedere chi avrà avuto ragione…o meno torto.

Annunci

Responses

  1. I lavori della “Tangenziale” di Livraga sono iniziati da due settimane con parecchi mesi di ritardo dovuti al fatto che la Provincia ha voluto rivedere tutte le opere che erano giá state finanziate.

  2. Sono una cittadina Oriese che non sta né su una sponda né sull’altra. Ritengo però doveroso da parte dell’amministrazione di Orio Litta di non accettare passivamente le critiche evidenziate dal volantino ma di rispondere adeguatamente ai quesiti posti in modo da soddisfare le curiosità di una buona parte della comunità.

    In attesa di leggere gli sviluppi buonaluce a tutti.

    • Cara “La Lucciola” secondo me la gente ha più bisogno di gossip che di informazione, perchè di questa ce ne è e anche in abbondanza, non trovi?
      Una curiosità: perchè questo bisogno di ribadire sempre una neutralità? Tutti noi abbiamo una preferenza e la esprimiamo nel segreto delle urne, e ogni nostro giudizio è inevitabilmente condizionato. Ma è questo il bello della democrazia, no?

    • Pur riconoscendo a questa amministrazione un’attenzione ed impegno a migliorare e garantire sostegno a settori quali la scuola, l’ecologia, il sociale, dove altri latitavano da anni, mi trovo però d’accordo con La Lucciola circa il garantire una buona informazione alla cittadinanza su questioni importanti quali la rotatoria, la cava, questione bonifica, sviluppo del territorio ecc…
      Le persone devono essere informate non da volantini più o meno tendenziosi, (alla fine poi la stragrande maggioranza delle persone non si riesce mai a capire dove stà la verità) ma da riunioni, dove l’approfondimento o la spiegazione del progetto o del problema viene fatto in maniera chiara, con dovizia di particolari ma soprattutto con il contraddittorio.
      Aspettiamo fiduciosi

      • Devo cominciare a mettermi nell’ordine di idee che l’atteggiamento verso la cosa pubblica e verso il nostro paese è radicalmente cambiato. Da parte dei cittadini intendo. Negli anni scorsi, che non passeranno certo alla storia come esempio di amminstrazione (opinione personale), nemmeno uno sbadiglio. Niente. Nemmeno quando si è scoperto che la cava era stata riempita di chissà che. Nemmeno quando è stata irrimediabilmente sfregiata Piazza Mercato. Nemmeno quando lo stramaledetto incrocio sulla ex 234 era esattamente come è oggi. Niente. Silenzio. Tutto OK. Oggi invece prendo atto che la coscienza civica delle persone è cambiata. C’è interesse, su tutto. Insomma c’è una inarrestabile sete di informazione, c’è voglia di parteciazione attiva. Si fanno le pulci su tutto. Si vorrebbe un’assemblea alla settimana. Vorrei però che lo stesso atteggiamento si mantenesse vivo anche al prossimo cambio di amministrazione. Perchè non vale essere considerati rompiballe se si chiedono informazioni e trasparenza quando amministra “Vivere Orio” ed essere invece cittadini interessati e partecipi quando amministra qualcun altro. Meditate!

        Peeeeep!!!

  3. Non possedendo una barca io invece sto ben saldo su una delle sponde. E dico che i dettagli della questione sono già stati spiegati, anche con dovizia di particolari, in più occasioni e luoghi (non ultime le pagine di questo blog). Quanto all’inizio dei lavori non dimentichiamoci che stiamo sfiorando i 15 anni di attesa dei quali anche “Vivere Orio” è non marginalmente responsabile avendo amministrato per 10 anni consecutivi. La fretta però gli è venuta tutta adesso.

    Peeeeep!!!

  4. secondo me, i consiglieri di
    vivere orio volevano …far vedere che esistono ancora. Distribuiscono incertezze e fumogeno a costo zero, quando, in questi di gravissima crisi sociale, sarebbe bene che costruissero progetti alternativi seri.O cvhe condividessero i progetti buoni portati in consiglio: pensa che hanno votato contro il piano di diritto allo studio!
    A proposito di LIvraga: prima delle elezioni, cioè a fine maggio 2009, sul Cittadino c’era un articolo a caratteri cubitali con tanto di foto che mostrava i picchetti di delimitazione della tangenziale. Il sindaco affermava che l’opera era al via!
    E’ passato un anno e mezzo. Se tanto mi da tanto…a primavera prossima anche Orio potrebbe seguire la stessa sorte.

  5. Avendo visto come Vivere Orio gestí il discorso incrocio Strada Mantovana senza arrivare a nessun risultato in 10 anni leggendo il loro volantino mi viene da ridere. E’ il bue che dice cornuto all’asino. E’ poi parlano anche di coerenza. Se fossero coerenti su questa opera non aprirebbero bocca per un bel po’.

  6. Dal cittadino di oggi.

    L’autunno sta finendo:e la rotonda?
    Carissimo sindaco di Orio Litta Cappelletti scusi se mi prendo questa confidenza ma qualche tempo fa lei mi rispondeva su questa testata giornalista molto conosciuta grazie allo spazio che il signor direttore ci offre, dicendo che i lavori per la rotonda di Orio Litta all’entrata del paese sarebbero iniziati nell’autunno di questo anno.Come si può notare ancora oggi nulla è stato fatto, i tir continuano a sfrecciare e ogni giorno quando attraverso l’incrocio spero e prego che mi vada bene. Quindi sig. sindaco, la vogliamo fare questa rotonda?? D.L. Orio Litta

  7. …..in risposta a Peep……se non si vuole cadere nel gossip, bisogna essere chiari a costo di spiegare passaggio dopo passaggio come si sono evolute le cose, per non lasciar spazio a chiacchiere da bar
    Diciamo sempre ai bambini: “Ti devi chiedere sempre il perchè delle cose”, è una regola che dovrebbe valere anche per gli adulti
    Se non l’hanno fatto prima hanno sbagliato, se oggi invece se lo chiedono… evviva si sono fatti dei progressi …sinceramento non ci trovo niente di male.

  8. Non sto dicendo che sia sbagliato partecipare alla vita del paese, o voler formarsi un’opinione basata sui fatti e non sulle chiacchiere. Credo invece che questo atteggiamento dovrebbe essere tenuto sempre e non a fasi alterne che, guarda caso, coincidono con il cambio di amministrazione (dove per cambio capisci cosa intendo). E questa maturità civica, posso sbagliarmi, a Orio non esiste.
    Esempio pratico. C’è chi insiste nel dire che quest’anno il sindaco, per scelta, non farà fare nuoto ai bambini. Ora, l’amministrazione ha o no spiegato che sono gli insegnanti a chiedere quali progetti vogliono che siano finanziati? Mi sembra di si. A più riprese. Allora? Quale versione ha fatto presa fra le persone? Quella dei volantini della minoranza o quella dell’Amministrazione? Quante assemblee bisogna fare o quanti fogli bisogna scrivere affinché un così semplice concetto venga recepito?

    Peeeeep!!!

  9. Sul Cittadino del 30 settembre 2009 si legge che il 7 agosto 2006 il consiglio comunale di Orio deliberò l’approvazione del progetto esecutivo della rotatoria per ottenere un finanziamento regionale (si chiama FRISL) di oltre un milione di euro. tre anni dopo, col finanziamento ottenuto di un milione e 200 mila euro, della rotatoria neppure l’ombra…
    Come mai? E’ chiaro che c’era qualcosa che non quadrava. D’altra parte, la vecchia amministrazione aveva già presentato in pompa magna e poi buttato nel cestino il famoso progetto sottopasso della Venere: presentato ai cittadini come un successo, ma senza copertura finanziaria!
    Cose dell’altro mondo, ma che sono successe a Orio Litta…ed è bene ricordare per non rifare gli stessi errori marchiani .

    • Non mi ricordo del FRISL di cui parli, mi ricordo peró del progetto del sottopasso alla Mantovana presso la roggia venere. Lo stesso punto dove dovrebbe passare la nuova pista ciclabile di cui si parla in un recente post.
      Una bellissima presentazione con simulazioni computerizzate. Il progetto prevedeva terrazzi con diversi tipi di vegetazione locale. Quanto vi costó quella messa in scena? (Io, dal punto di vista fiscale ero giá livraghino quindi a me non costó nulla)
      Vivere Orio potrebbe inserire la risposta nel prossimo volantino.

  10. Lettera di risposa del Sindaco di Orio Litta, apparsa oggi su Il Cittadino.

    Gentile direttore, vorrei dare una risposta a quel lettore che mi interroga sulla questione rotatoria di Orio Litta e mi dà modo di fare chiarezza su un problema, come tutti gli oriesi sanno, davvero grave e annoso. Ciò che mi preme non è fare la storia dei vari progetti presentati in dieci anni e poi cambiati e ricambiati nonostante fossero tempi di “vacche grasse”; ciò che mi sta a cuore è la sicurezza dei cittadini e di tutti gli utenti che transitano sull’incrocio. Basta entrare o uscire da Orio un paio di volte al giorno per rendersi conto che… è molto meglio allungare la strada e attraversare la ex Mantovana da qualche altra parte! Dire che l’incrocio di Orio è pericoloso è un eufemismo: gli incidenti, purtroppo anche gravissimi, sono ormai consuetudine. Per cui, fosse stato per me, avrei sposato al volo l’ipotesi cavalcavia di fine anni Novanta. Quando 16 mesi fa sono diventato sindaco, la priorità sul tavolo di lavoro era e resta la rotatoria. La Provincia di Lodi, ente competente a risolvere il problema, in questi 16 mesi ha lavorato bene, anche se a mio parere avrebbe potuto considerare assolutamente prioritario questo incrocio, vista l’estrema criticità ed il susseguirsi di incidenti. La rotatoria è nei progetti provinciali e dopo l’inizio di mandato durante i quali la mia amministrazione ha rivisto e concordato con i nuovi responsabili del settore viabilità della Provincia, che qui ringrazio, un progetto migliore del precedente ( i tecnici hanno cestinato un anno fa il progetto rotatoria fermo al palo), ora, grazie all’assessorato provinciale viabilità, la soluzione sembra dietro l’angolo, anche se purtroppo i tagli di risorse ministeriali agli enti locali non facilitano il rispetto dei tempi previsti. Nella recente pubblicazione giornalistica provinciale due pagine sono dedicate ai cantieri stradali nuovi e “lo svincolo di Orio Litta” è previsto in coda alle opere di Livraga, Bertonico, Malpensata e Codogno. Sui terreni interessati dalla realizzazione sono stati posti i picchetti a primavera 2010. Per rendere l’idea della tempistica in epoca di “vacche magre”, ricordo che nel maggio 2009 furono posti i picchetti per la variante di Livraga, e l’opera è partita a novembre 2010…
    La sicurezza stradale è l’obiettivo primario degli amministratori provinciali così come lo è per noi, per cui non si può prescindere dal sistemare al più presto possibile il problema dell’intersezione fra la provinciale 206 e la 234: perché solo quando la rotatoria oriese sarà concretizzata caleranno gli incidenti e si potrà percorrere in tutta sicurezza l’ intero asse viario della ex Mantovana.
    Pier Luigi Cappelletti. Sindaco di Orio Litta

  11. Sono una nuova frequentatrice del blog, non amo tanto leggere “il cittadino” e non ho particolari simpatie per uno o l’altro sindaco. Ma che risposta è quella del Sindaco apparsa su il cittadino? Il FRISL ho capito che c’era, era una via concreta,chi ha rinunciato al FRISL volendo prendere 2 piccioni con una fava? Penso sia un’occasione irrimediabilmente persa! oppure non ci capisco niente di economia!!!!

  12. Stiamo parlando di ritardo sull’inizio dei lavori o di mancanza di copertura finanziaria? (l’economia è un’altra cosa).
    Perchè in un modo o nell’altro i soldi c’erano prima e ci sono adesso. Solo che prima del fatto che i lavori non partissero (e non sono mai partiti) non gliene fregava niente a nessuno. Adesso invece non si prende sonno.

    Oh, sia chiaro che io non sto nè di qua nè di la.

    Peeeeep!!!

    • “Oh, sia chiaro che io non sto nè di qua nè di la…” e di economia lasciamo perdere, ma da quello che mi pare di aver capito al FRISL non ha rinunciato nessuno, è morto di morte naturale … a scadenza non c’era alcun progetto definitivo quindi il FRISL non serviva a niente di concreto.
      Ciaoooooo

  13. A me pare di aver capito invece che il FRISL sia stato lasciato morire in virtù dell’operazione paghi 2 prendi 1. Ma una cosa che ho capito benissimo è che tra chi parla, ovvero noi, i cittadini di Orio Litta si ripeta troppo spesso: “Mi pare..non mi pare, probabilmente..,ricordo..non ricordo..ecc….”. E qui ritorniamo al discorso da me proposto inizialmente. Non sarebbe stata più opportuna una risposta dettagliata, chiara e decisa da parte dell’amministrazione. L’impressione che ho avuto nella lettera del Sindaco è che sia formalmente bella ma non ricca di contenuti. Risultato siamo ancara tutti qua a parlare ma senza sapere davvero di cosa stiamo parlando.

    Buona Luce a tutti..forse.

  14. un Frisl ha un tempo tecnico entro il quale deve essere usato. Sono stati chiesti soldi alla Regione, parte a fondo perduto parte da rendere con mutuo: ( quindi un chiaro costo negli anni a carico deglioriesi) ma una volta avuto il frISL, POI BISOGNA ANDARE AVANTI COI LAVORI, PERCHè IL FRISL NON DURA IN ETERNO.
    Invece è successo che, scaduto il termine senza che la vecchia amministrazione avesse neppure presentato uno straccio di progetto esecutivo, a Orio della rotatoria nessuno parlava e non partiva, e oltre al sindaco di Orio, è cambiato anche il presidente della Provincia e Foroni ha silurato il responsabile del progetto rotatoria oriese. Il nuovo responsabile ha buttato nel cestino il vecchio progetto perchè incompleto, poco chiaro e SOPRATTUTTO senza la copertura finanziaria totale! Provincia e dirigente tecnico hanno proposto la SOLUZIONE NUOVA: rotatoria al costo reale di euro 1 milione e 500 mila, partendo da nuovo progetto tutto provinciale. ( anche perhè la Regione non proroga i FRISL a raffica, scaduta la prima proroga era difficilissimno doverne ottenere una seconda)
    Infatti mancavano 300 mila euro: oggi sono i 300 mila euro con cui la gente di Orio compra la caserma, si tiene a Orio i Carabinieri e fa partire la sospirata rotatoria.
    Cosa si vuole di più? In 16 mesi siamo a questo punto. In 120 mesi DI EFFICIENTE E CAPACE AMMINSTRAZIONE eravamo rimasti con due dita nel naso! O no?

    • La vera questione è che mai frase più azzeccata come: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire!”, che tradurrei in “non c’è peggior ignorante di chi non vuol capire!”. E visto che sono in tema di citazioni, come direbbe il buon Corrado Guzzanti: “Non lo sapevate? SAPEVATELO”

  15. Una rotatoria però è stata fatta. Nel posto sbagliato, ma è stata fatta. Chissà se può essere traslocata.

    Peeeeep!!!

  16. Hanno dato disco verde alla rotatoria IN 16 MESI, nel frattempo, tanto per non restare a mani vuote, hanno dato agli oriesi un bene comunale di pregio di assoluto valore commerciale almeno doppio, facendo nel contempo RESTARE A ORIO LITTA i Carabinieri, ( non gente qualunque…) raccolti per tempo quando avevano già loro malgrado attraversato il confine direzione LIVRAGA.
    Sapete di chi sto parlando? O no?

  17. Mi riferivo a Piazza Mercato naturalmente che, secondo me, rappresenta l’esatta sintesi di ciò che non andrebbe mai fatto.

    Peeeeep!!!

  18. Diciamo pure che rappresenta una worst practice, cioè il modo peggiore con cui concepire un progetto: sottodimensionata e di difficile fruizione nel quotidiano e senza alcuna attenzione per il contesto in cui è stata inserita.

  19. bei discorsi, ora mi pare arrivano davvero i FATTI.
    La rotatoria si farà nel 2011. Dopo 12 anni di cambi di progetti, passi indietro, scambi di accuse, leggiamo più volte su IL Cittadino, nel giornaLE DELLA pROVINCIA e nei notiziari di chi amministra oggi Orio Litta, che la
    ROTATORIA SI FA!
    Contenti, o no?

    • Se veramente quello che ci sta a cuore è il nostro piccolo paesello, tutti dovremmo essere contenti. In realtà non sarà così, ma chi se ne frega.

  20. […] vertici provinciali. Come senza dubbio ricorderete avevamo già discusso l’argomento qui, qui e qui. Maggiori dettagli sul sito […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: