Pubblicato da: admin | 8 aprile 2010

Prima di scrivere … accendere il cervello please!!

Orio Litta Post e’ un blog completamente neutro. Non abbiamo alcuna posizione politica lasciando spazio a chi vuole commentare quanto vi proponiamo.  Oggi riportiamo e commentiamo questa lettera apparsa su “Il Cittadino”, non per difendere l’operato dell’Amministrazione (non e’ il nostro obiettivo ed alcuni post che mettevano in discussione alcune decisioni dell’Amministrazione lo dimostrano), ma per sottoporvi un chiaro esempio di come i nostri concittadini, spesso, non sanno nemmeno di cosa stanno parlando.

Installate un semaforosulla Mantovana

Caro direttore, in questi ultimi periodi leggo sul suo giornale solo notizie negative derivanti dai consigli comunali di Orio Litta, poco tempo fa il primo cittadino Cappelletti annunciava che tutti loro della giunta si diminuivano lo stipendio compreso lui, intanto hanno aumentato i rifiuti, ora sono arrivati a vendere le cappelle al cimitero pur di fare soldi, ma la domanda che mi pongo è perché il sindaco Cappelletti non fa come Ospedaletto e non installa sulla Mantovana adiacente a Orio una bella telecamera con tanto di semaforo? Vedrà che cosi facendo avremo anche i soldi per fare la rotatoria che ci ha promesso e tanto desideriamo. L.D.

Questo signore ( o signora) infila una serie di commenti che non hanno alcun fondamento.

Cosa c’entra la diminuzione del compenso agli amministratori (risparmio destinato ad un fondo di solidarietá per famiglie oriesi in difficoltá) con l’aumento della tassa dei rifiuti?

Inoltre, il servizio di smaltimento dei rifiuti, per legge, entro il prossimo anno (salvo proroghe) deve essere in pareggio. Cio’ che il comune paga alle ditte che smaltiscono i rifiuti deve essere uguale a ció che il comune incassa dalla tassa di smaltimento.

Cosa c’entra poi la vendita delle cappelle al cimitero? Esiste qualche comune che le assegna gratis?

Infine, la ciliegina sulla torta e’ la proposta di mettere un semaforo sulla mantovata con telecamera per fare le multe. La mantovana e’ una strada provinciale e quindi il comune non puó muovere un dito.

Annunci

Responses

  1. BOH!!!

  2. Sorridete, siamo su scherzi a parte!!!!!!

    Peeeeep!!!

  3. E’ in linea con la tradizione oriese di parlare a vanvera molto in voga nel periodo dal 1995 al 1999.

  4. Tutto normale, siamo lo specchio dell’Italia di oggi!
    la proposta del semaforo ne è l’esempio: troviamo un modo per fregare la gente con un bel semaforo e tante multe: però se arrivano a noi, telefoniamo subito al vigile amico 😉

  5. Una ciliegina sulla torta, mettere un semaforo con velox sulla provinciale? Concordo!
    Si è parlato però di utilizzare stazioni mobili per rilevare le velocità sulla “circonvalazione oriese”, che produrranno un buon numero di sanzioni! A riprova sono stati istallati temporaneamente dei rilevatori di velocita su Via Mazzini, poi tolti! Verificata l’effettiva posssibilità di “pescare nelle tasche oriesi” ora si parla di rilevamenti di velocità da parte della polizia locale per distribuire le sanzioni!
    La scusa????????SICUREZZA!!!!!!
    La realtà????????FARE CASSA!!!!
    Se si vuole aumentare la sicurezza si possono instalklare dei comuni “dossi” regolarmente segnalati, com’è stato fatto da molti comuni più o meno grandi, della provincia di Lodi e non solo!!!!SICURAMENTE PIU’ EFFICACI, PIU’ SICURI, E CHE NON COMPORTANO “GUAI” PER LE TASCHE E PER LE PATENTI DEGLI ORIESI!!!

    • Quindi fare cassa ai danni di chi passa sulla ex SS234 va bene, mentre non va bene farlo ai danni di chi transita in paese come se fosse a Le Mans. Chi no nha mai provato a farsi togliere una multa dal vigile di Ospedaletto scagli il primo verbale. E se invece si provasse ad andare tutti più adagio?

  6. Diminuire i compensi per un Fondo di solidarieta’?????Bella Panzana!!!
    Soldi pubblici affidati ad una commissioni di 5 membri, (tre dell’attuale amministrazione e uno rispettivamente per ogni minoranza!!!) le risorse sono dispensate attraverso la semplice ratifica per voto, ad alzata di mano!!! Non difficile intuire, mettendoci pur tutta la buona fede, che del fondo beneficerà prevalentemente “chi va a genio” alla maggioranza e quindi all’amministrazione!!!!! Non sarebbe meglio istituire dei criteri di valutazione, in modo da poter stillare una graduatoria, PER DARE UN MINIMO DI DISCREZIONALITA’ NELLA PROCEDURA DI EROGAZIONE DI QUESTI SOLDI PUBBLICI!!!!!!!!!

    • Urca Libero, con tutti quei punti esclamativi, interrogativi, maiuscole, devi essere proprio arrabbiato!
      Comunque già durante la discussione in questo forum c’è stato un commento che ti riporto e che chiude il cerchio e soprattutto la bocca di quelli che come te che troverebbero da dire sempre su qualsiasi cosa e su chiunque: “…Una precisazione: l’istituzione della commissione è stato un onorevole gesto di trasparenza da parte dell’ amministrazione, ma non un obbligo. Non si tratta di soldi pubblici, di cui giustamente dovrebbe rendere conto, ma di soldi personali messi a disposizione per gli altri.”. Privati, non pubblici, privati!. E tutto questo parlare di criteri equi, di graduatorie e intanto i tuoi amici della minoranza per lasciare “due lire” ci hanno pensato settimane. Ma è inutile parlarne perchè qualsiasi cosa non andrebbe bene, perchè vi meritate niente, che del resto è quello che avete ricevuto in 10 anni e ne siete ben felici. Ciao lo stesso.

      • Libero Libero Libero, non ci siamo. Che guaio scrivere di getto senza riflettere abbastanza. Tu vorresti istituire dei criteri di valutazione oggettivi per ottenere discrezionalità nella scelta. Ehm…. c’è qualcosa che stride in questo concetto, che esprime tutto e il contrario di tutto. Francamente, perdonami, non è che si capisca molto dal tuo commento. Hai dei casi particolari da segnalare? Fallo. Conosci persone in difficoltà che ti stanno a cuore e che non sono state prese in considerazione? Avanti. Stai accusando l’amministrazione e la commissione di agire in mala fede? Su quali basi? Siamo tutto orecchi. Vai, Libero, liberati. Dicci ciò che non sappiamo, Libero, illuminaci. Sembra che tu sia libero solo di nome, ma prigioniero di una buona dose di dietrologia di fatto. E’ così difficile pensare che per una volta ci sia qualcuno che agisce in buona fede per il bene della propria comunità o per aiutare chi è nei guai? E’ davvero necessario spargere ogni volta fango? No, davvero, diccelo Libero. Libero, Libero….quanta pazienza che ci vuole!

        Peeeeep!!!

  7. Fare cassa sembra l’obbiettivo principale di questa amministrazione…NON DETTO IN CAMPAGNA ELETTORALE!
    I loculi e le tombe, negli altri paesi non le regalano proprio, ma perchè sono raddoppiati i loro prezzi, nel giro di un anno, cos’è fun adeguamento, o la ricerca disperata di fondi????????????speculiamo anche sui morti adesso!!!
    I commenti del “signore” o “signora” invece centrano e come, però è sempre scomoda la veità, specialmente quando tocca sul “vivo”, come si dice!!!!
    L’istituzione di un fondo di solidarietà, la rinuncia del “gettone” da parte dei consiglieri comunali e la riduzione del compenso percepito dal sindaco, PROPOSTE AMMIREVOLI, che fanno par4te di una corretta filosofia politica, ma ora mi chiedo, come si cognugano:
    -Aumenti degli oneri di urbanizzazione, aumentati del 100%, in un paese che avrebbe bisognbo di un incentivo per espandersi, e non di incentivi per limitare le già ristrette attività economiche! SONO SPESE E AUMENTI CHE PAGANO ANCORA GLI ACQUIRENTI E I CITTADINI!!!TRA L’ALTRO!!!!
    -I già citati aumenti per tombe e cappelle!!!!
    -Il monitoraggio della velocità, per la sicurezza!!!Quele sicurezza, come hanno già detto bastano dossi, senza prelevare ulteriormente dalle tasche oriesi!!!!
    Come si coniugano tutte queste cose, con la filosofia solidale, che l’amministrazione “intendeva” manifestare in ncampagna elettorale e “presumibilmente” anche dopo!!!!!La solidarietà va fatta verso le famiglie svantaggiate MA I COSTI CHE STATE IMPONENDO E CHE IMPORRETTE LI PAGHERANNO TUTTI!!!!!!!La solidarietà va data anche alle imprese perchè è su di esse che si basa il mercato, anche quello del lavoro, e quindi il benessere dei cittadini, non diomenticatelo!!!! PROSEGUENDO DI QUESTO PASSO…MAH…AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA!!!!

  8. Come si coniuga il fondo di solidarietà con Aumenti degli oneri di urbanizzazione, aumenti per tombe e cappelle e monitoraggio della velocitá?
    Io francamente non ci vedo nessuna contraddizione.
    Tutti i comuni sono alla ricerca disperata di fondi allo scopo di mantenere gli stessi livelli di servizio.
    La manifestazione dei sindaci lombardi a milano della scorsa settimana (sindaci di tutti gli schieramenti) lo dimostra.
    Non aumentare mai le tasse ma far cadere a pezzi la scuola materna ad esempio non e’ una scelta che io elencherei nel manuale del buon amministratore.

  9. Se c’è una filosofia solidale, e 450.000 euro derivanti dalla Terna Enel, lo si può fare. Se partiamo da questi dati, se si vogliono imporre aumenti, lo si può fare in modo tale, che essi, siano dilazionati nel tempo, nell’arco dei cinque bilanci. L’amministrazione attuale, si trova nel bel mezzo di un crisi economica (che a memoria tangibile) ha ben pochi precedenti. In una situazione del genere, imporre aumenti così radicali nell’immediato, non ridurre le spese “A cose strettamente necessarie”, la vedo una cosa, poco sensata. Non sto dicendo che la scuola materna debba caderee a pezzi (per quello ci sono anche bandi e concorsi) sono altre le spese di cui si parla, e che andrebbero riviste!

  10. Il fondo di solidarietà è alimentato con soldi che altrimenti rimarrebbero ai consiglieri e al sindaco (diritto accordatogli dalla legge). Chissà perchè nessuno si indigna quando si scopre che un sacco di gente non paga le tasse o quando viene fuori che soldi pubblici (quelli veri) vengono sperperati in opere inutili, appalti gonfiati o finiscono nelle tasche di qualche “amico”, mentre c’è subito qualcuno pronto alla battaglia quando si danno quattro spiccioli di aiuto senza peraltro sottrarli dalle casse comunali. Non mi spiego perchè questo fondo di solidarietà sia origine di tanta discussione e turbamento per non dire fastidio quando invece dovrebbe, almeno per me, passare inosservato.

    Peeeeep!!!

  11. Caro peep, quanta saggezza nelle tue parole.
    Ben venga il confronto ci mancherebbe, è la base della democrazia (ammessa che ne sia rimasta almeno un briciolo), ma onestamente le posizioni dei nostri nuovi amici non le capisco.
    Vogliono ridurre le altre spese, genericamente…ma che spese? Parlano di quello che si sente in giro! Ma stiamo scherzando? Ancora lì a fare chiacchere da bar? E poi con sto fondo, ma posso proprio dirlo: ma che palle!!! Sono almeno vent’anni che sento sempre dare addosso alle persone che nel silenzio, nella discrezione e nella quotidianità aiutano chi ne ha bisogno (e i membri nella commissione ne sono una prova) senza chiedere niente in cambio, anzi privando tempo e spazio alle proprio famiglie, in nome di quello spirito si servizio e di amore al prossimo di cui tutti questi “opinionisti dell’ultima ora” non conoscono nemmeno lontanamente il significato. E non fatemi aprire altre parentesi su come in questi anni si sono gestiti i servizi sociali.! Davvero, onestamente non capisco il problema! Di cosa avete paura? Tutti pronti a gridare la propria cristianità quando c’è da difendere il crocifisso nelle scuole o fare populismo da quattro soldi, ma se parliamo di solidarietà e di accoglienza, apriti o cielo! Se potesse scendere quel cristo dalla croce…
    Buona Giornata!

  12. Appalti colossali, truffe, “gonfiare le profonde tasche amiche”, sono atteggimenti morali ed etici di una classe politica (e non solo) che mal rindonda, nel curriculum vitae di quell’iItalia di sacrificio e didita al lavoro! L’opinione pubblica sviluppa in tal senso un probrio giudizio sull’esercizio di una coscienza critica, che al popolo non manca; premiando e punendo le proprie amministrazioni dal macro al micro, attraverso l’unico strumento di cui dispone: il voto, fondamento,del sistema democratico e croce/delizia di una classe d’élites, che deve prestare non poca attenzione, a ciò che accade al di sotto del “proprio piedistallo”(in tal senso le ultime votazioni ne sono state per diversi versi una conferma!Anche i ballottaggi!). Non mi sembra il caso di scomodare il Signore dalla croce,poi, dopo 2000 anni; penso che abbia ben altro a cui pensare! Se vogliamo scomodarci noi però, parlando di cose concrete come ha fatto Luchas, nulla in contrario..
    Purtroppo è confermato e risaputo ai più, che “le chiacchere da bar”, sono voci passive e attive (soprattutto) di un bilancio previsionale triennale, e cito:
    -aumenti oneri di urbanizzazione,
    -aumenti loculi e tombe,
    entrate previste da sanzioni per rilevamenti velocità,
    -ecc..
    Ricordo che questi “opinionisti dell’ultim’ora” sono parte dei 2/3 di Orio Litta che ora non è rappresentata, questi “nuovi amici”, sono circa 800 votanti che non condividono gran parte della demagogia, di cui si tratta (non nascondiamoci dietro un dito, tra qualche anno ci sarà da farci i conti, purtroppo o perfortuna).
    Su fare del bene tutti d’accordo,la beneficenza, la carità, le opere pie, il semplice sostegno morale, sono realtà ed azioni, diretti dalle necessità/possibilità individuali, legate all’uinico vincolo morale della coscienza, che NESSUNO può giudicare, anche dal punto di vista religioso, visto che gran parte della beneficenza e sostegno è anche Laica (comunità di recupero, croce rossa, ecc…).Deve essere fatta però una scissione se si parla di “cosa pubblica” discrezionalità, serietà e soprattutto volontà di gestire in maniera ADEGUATA soldi pubblici.
    Il fondo di solidarietà, pur non nessendo “conto svizzero milionario”, era un punto di tutte e tre le liste in campagna elettorale, nulla di eccezionale quindi, e di nuovo.
    Il fatto che se ne parli così tanto, deriva dal fatto che la gente, nel bene o nel male, non è del tutto d’accordo sulle modalità di gestione di questo fondo, manifesta il suo malcontento, e le minoranze lo raccolgono trasformandolo in azione di protesta politica!

    • Caro Jimmy,
      quello che succederà fra 4 anni non lo possiamo sapere, ma tu devi essere fra quelli che a distanza di un anno non hanno ancora “digerito” (su dai io ho sempre perso quando mi sono messa in gioco, ma la vita va avanti), perchè questa ossessione per 2/3 della gente, 800 voti, mamma mia da quanti anni la sento. Ogni volta che mi sedevo al tavolo del consiglio comunale, tutti lì a ricordarci che loro rappresentavano la maggioranza, le ersone che li avevano votati, e non noi.
      L’amministrazione Cappelletti, nn ha bisogno della mia difesa, è in grado benissimo da sola di farlo, ma rappresenta TUTTA la cittadinanza, non 1/3, nè altre frazioni, ma TUTTA, anche di quella che non l’ha sostenuta.
      E’ chiaro?
      Difficile il concetto…
      E poi lo so lo so, che c’è chi maledice il giorno in cui hanno deciso di fare due liste e che fra qualche anno la pace tornerà a regnare. Amen!
      P.S. Adesso che “le chiacchere da bar” vadano riabilitate perchè tutti hanno diritto di dire lal loro, francamente mi sembra un po’ troppo.
      A presto!

  13. Forse ci sono tante maiuscole, tanti punti esclamativi, arrabbiato? Perplesso?Forse, ma non sono il solo, mi sembra. Se le minoranze ci hanno messo 2, 3, 4 settimane, un mese, non lo so; ma se si sono letti i programmi elettorali (e non solo il proprio), si può evincere che era punto comune di tutti (questo lo so, perchè gli ho letti, personalmente). Non so i nomi a cui sono stati destinati queste risorse, come non so le proposte della maggioranza e delle minoranze, quello che si sa E LO SANNO TUTTI, è che vengono erogati attraverso una commissione con voto, 3 maggioranza e 2 minoranze (sempre sconfitte ovviamente). Magari hanno proposto gli stessi nomi?può essere! Non c’è dietrologia, c’è solo il fatto: che dietro una azione nobile come questa, ci starebbe bene, ma proprio bene, un insieme di criteri di valutazione, per stillare una graduatoria.Altrimenti si facevano delle donazioni da privati, tanto sono compensi privati, giusto?e poca pubblictà!Ora mi “Libero:
    Quanta pazzienza, perchè? se tutto avviene come si dice (e confido che è così!), che cambia mettere sti benedetti criteri? E rendere le cose ANCORA PIU’ TRASPARENTI, non è un attacco, solo un consiglio!

  14. Ammetto che quando ho fatto il post con i miei commenti non sapevo degli aumenti della vendita delle cappelle, cosa che non era precisata nella lettera in questione.
    Riporto la risposta del Sindaco apparsa su “Il cittadino” di oggi.

    Gentile direttore, mi si consenta una risposta al sig. L.D., che ha scritto alcune inesattezze su Orio Litta. A parte che non capisco a quali notizie negative si riferisca, voglio solo precisare che sulla ex Mantovana non è possibile installare semafori. Altrimenti sarebbe stato fatto da tempo. È per altro in arrivo la tanto attesa rotatoria in entrata al paese, che metterà in sicurezza l’incrocio. La Provincia di Lodi, che si è fatta carico dell’opera a cui il comune partecipa con la somma di 300 mila euro versata per acquisire la caserma dei Carabinieri, ci ha assicurato che i lavori saranno cantierizzati a breve. Infine: non è vero che è aumentata la tassa rifiuti, mentre le cappelle cimiteriali a Orio vengono predisposte e vendute come in tutti i comuni d’Italia.
    Grazie, cordiali saluti
    Pierluigi Cappelletti Sindaco del comune di Orio Litta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: