Pubblicato da: admin | 16 febbraio 2010

Ancora sulla banda larga nel Lodigiano

Sempre su “Il Cittadino” del 11 Febbraio e’ apparso un articolo nel quale la Provincia di Lodi afferma che porterá la banda larga in tutto il Lodigiano entro il 2012 grazie a contributi regionali. Questa volta i soldi sembrano arrivare peró, dopo le promesse disattese degli scorsi anni, fino a quando il primo bit trasportato da questa “nuova” rete non raggiungerá il mio PC, io staró a guardare senza illudermi. Altre informazioni dovrebbero essere rese note nei prossimi giorni.

Riporto qui una breve storia riguardante questo problema con le informazioni che ho trovato su internet.
Vorrei solo sottolineare che Lodicom, la societá pubblica che si doveva occupare di portare internet nel lodigiano non e’ dotata di un proprio sito internet dove informare i cittadini del suo operato.
E’ un po’ come se il mio meccanico non avesse la macchina.

26 Luglio 2006  – Comunicato della Provincia di Lodi: “Presentata Lodicom la Societá che porterá entro il 2007 la Banda Larga in tutti i comuni lodigiani non coperti dai grandi provider nazionali. Felissari: “L’eliminazione del Digital Divide é un obiettivo politico e sociale per dare a cittadini e imprese paritá di diritti e di opportunitá”

20 Marzo 2007 – Costituzione della Società Lodicom Srl, con la seguente composizione societaria:

  • AemCom Cremona Srl 49%
  • Astem Gestioni Srl 31%
  • EAL SpA 15%
  • Associazioni Comuni Lodigiani (ACL): 5%

Obiettivo: portare la banda larga nei comuni del Lodigiano che ne sono sprovvisti entro il marzo 2008.

Novembre 2007 – Lodicom decide di operare come un “agenzia” e di lasciare lo sviluppo della rete ai privati.

Aprile 2009 – La Provincia di Lodi ottiene dalla Regione Lombardia uno stanziamento di 1 milione e 450 mila euro finalizzato proprio a eliminare il digital divide. I fondi fondi vengono da Infratel, società di scopo del Ministero dello Sviluppo economico. I Fondi sono destinati a digitalizzare le centrali telefoniche esistenti affinché possano supportare la banda larga tramite la tecnologia ADSL

3 Giugno 2009 – Un articolo su Il Cittadino sostiene che tra qualche mese il “wi-max” sará disponibile nel lodigiano. Il segnale sará irradiato da alcune torri dell’acqua potabile nel Basso Lodigiano e Lodicom, che ha l’esclusiva per l’affitto ai gestori delle torri del Consorzio acqua potabile.

11 Febbraio 2009 – In un articolo su il cittadino Claudio Pedrazzini (Vicepresidente della Provincia di Lodi) annuncia che entro il 2011 saranno interamente coperti Massalengo, Castelnuovo, Graffignana, Boffalora d’Adda e Cavacurta (Sono gli 1,5 milioni ottenuti nell’aprile 2009). Entro il 2010 saranno coperti tutti gli altri 35 comuni ancora senza servizio grazie ad un accordo con la regione Lombardia di 58 milioni. Il 19 Febbraio verranno presentate le gare di appalto. Il 5 Marzo verrá presentato il progetto nel suo complesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: